Nasce la Cooperativa Sociale San Giuseppe

a questa riflessione è partito anche a Macerata un nuovo ed importante Progetto, è infatti nata la Cooperativa Sociale Onlus San Giuseppe che gestirà la Nuova Scuola Paritaria Secondaria di I grado all’interno della struttura dell’Istituto San Giuseppe dove sono già presenti la scuola dell’infanzia con iscritti più di 60 bambini e la Scuola Primaria con 120 iscritti.

Print Friendly, PDF & Email

Papa Francesco, nell’incontro con il mondo della Scuola italiana, lo scorso maggio ha detto:

“Amo la scuola perché ci educa al vero, al bene e al bello. Vanno insieme tutti e tre. L’educazione non può essere neutra. O è positiva o è negativa; o arricchisce o impoverisce; o fa crescere la persona o la deprime, persino può corromperla. La missione della scuola è di sviluppare il senso del vero, il senso del bene e il senso del bello. (…) La vera educazione ci fa amare la vita, ci apre alla pienezza della vita! E per favore… per favore, non lasciamoci rubare l’amore per la scuola!”

Da questa riflessione è partito anche a Macerata un nuovo ed importante Progetto, è infatti nata la Cooperativa Sociale Onlus San Giuseppe che gestirà la Nuova Scuola Paritaria Secondaria di I grado all’interno della struttura dell’Istituto San Giuseppe dove sono già presenti la scuola dell’infanzia con iscritti più di 60 bambini e la Scuola Primaria con 120 iscritti.

Il Progetto, nato dalla passione di alcune insegnanti che svolgono da anni il loro lavoro con passione all’interno dell’Istituto e da alcuni genitori che con coraggio hanno raccolto la sfida, garantirà a tutti quelli che vorranno partecipare, una continuità didattica ed educativa nel difficile momento dell’età adolescenziale.

L’Istituto Paritario San Giuseppe è presente a Macerata da oltre 150 anni e da sempre i principi ed il carisma delle Suore di San Giuseppe hanno garantito qualità e professionalità nell’esperienza educativa, formando migliaia di giovani nella nostra città.

Ora, come tante altre realtà in Italia, anche a Macerata si sta attuando una progressiva trasformazione, un lento e delicato passaggio del testimone dalle suore alle insegnanti laiche che da anni collaborano attivamente e con successo all’organizzazione delle varie attività. Le stesse hanno capito l’importante sfida che da più parti veniva sollecitata per le nuove generazioni che avranno lo stesso diritto e possibilità di essere educati, cresciuti, seguiti da insegnanti qualificate ma soprattutto profondamente convinte di mettere al centro dell’offerta formativa lo sviluppo di ogni singolo alunno, delle sue capacità e potenzialità umane ed intellettuali.

La Nuova Scuola Secondaria di Primo grado offrirà ai propri iscritti insegnanti qualificati, aule spaziose, spazi per studiare, approfondire i propri interessi, palestra per praticare sport e ogni laboratorio utile e interessante per il completamento dell’offerta formativa, tablet e lavagne interattive….tutto questo verrà offerto a tutte le famiglie che vorranno iscriversi liberamente ad una scuola privata, che dovrà organizzarsi grazie alle rette pagate dai genitori degli alunni e alle generose offerte che ogni persona che condivide il progetto educativo potrà liberamente devolvere anche per aiutare chi avrebbe un grande desiderio di iscriversi ma che non può: anche questo è amore, condivisione e carità cristiana!

Il senso del vero sarà assicurato da una didattica seria e coraggiosa; il senso del bene sarà garantito dalla presenza costante dell’insegnamento di San Giuseppe e della sua famiglia, così bene rappresentata nella Chiesa dell’Istituto e punto di riferimento per tutte le famiglie che in essa si riscoprono: il senso del bello vivrà in ogni momento della giornata.

Grazie al Papa per averci dato la forza e l’incoraggiamento necessario, grazie alle Suore per averci sostenuto e grazie a tutti quelli che vorranno venire, conoscere, capire e aprirsi ad un mondo di amore e condivisione fraterna.